logo2

Studio-Aerodine -1969

 

 

Negli anni 60 si è sviluppato un certo interesse per gli Hovercraft ,veicoli alternativi tutto terreno o anfibi ma le proposte erano indirizzate principalmente per impieghi militari e per operazioni di “rescue” nel campo civile.

Nel 1969 feci una proposta per impiego civile alternativa all’auto ma la parola più gentile fu “visionario”.

Ora, dopo circa quarant’anni,probabilmente quest’idea potrebbe destare qualche attenzione dato il prolificare di proposte fantasiose da parte dei giovani progettisti .

Cerco di spiegare l’oggetto in breve;

Trattasi di una base con due sistemi di utilizzo chiamata Aerodine - PM ,appellativo riferito a veicoli con sostentamento diretto e ,in alternativa con ausilio di ruote quindi ibrido in tutti i sensi.

Le ruote,sollevabili a stabilizzazione avvenuta, sono tre,una anteriore direzionale e due posteriori  a trazione elettrica per movimenti urbani o percorsi medi,i passeggeri,in questo caso, sono due.

Il sostentamento è ottenuto con il sistema a “cuscino d’aria” alimentato da un motore diesel stazionario di circa 100HP che comanda un’elica a passo variabile e contemporaneamente alimenta un generatore di corrente.(si può contare su una riserva a disposizione costante di circa 70 KV)

L’utilizzo pieno del diesel serve per sollevare il veicolo di circa 150 cm da terra coadiuvato da un “Skirt”in tessuto di Kevlar  , il bordo esterno e parti esposte ad abrasioni, rivestite di Uretano,(materiale cinque volte più resistente all’usura del Teflon) quando il veicolo è in assetto l’energia necessaria si riduce di due terzi e quella superflua serve per la spinta longitudinale tramite convogliatori e due diffusori posteriori,la direzione è data dal timone di coda.

Al momento del passaggio a trazione elettrica,le ruote appoggiano a terra ,l’elica si posiziona a incidenza zero  o si disinserisce ,il motore può continuare a girare fornendo i 70 KV continui oppure in casi  richiesti si utilizza solo l’alimentazione a batteria (circa 20 KV).

L’utilizzo di un motore stazionario riduce notevolmente i consumi,è

 programmabile ,ore lavoro, nell’uso e nella manutenzione e facile da gestire nelle emissioni e nell’insonorizzazione.

 

 

Aerodine
3
4
AR figurino
8
7
5
6
  • Aerodine
  • 3
  • 4
  • AR figurino
  • 8
  • 7
  • 5
  • 6
  •